E' situato presso la Forzelletta ai piedi di Cima Undici, al bivio tra i sentieri SAT 211 e 206, in panoramica posizione sulla Valsugana e sul Lagorai.

Informazioni generali

Periodo di Apertura sempre aperto - non custodito.

Gestore SAT-CAI sezione di Borgo Valsugana www.satborgo.it

Proprietà Comune di Borgo Valsugana

Dotazioni fornello, panche e tavola, stoviglie, medicinali di pronto soccorso , coperte. Non c'è acqua potabile.

Posti letto 6

Per vostra comodità, comunicate alla SAT tramite e-mail l'intezione di pernottare, così da poter compilare il calendario: borgo@sat.tn.it

(Comunicateci la data di arrivo al baito, ricordatevi di aggiungere il vostro nome e recapito.Ciò non garantisce una prenotazione,  né costituisce diritto di esclusività. )

Informazioni sull’accesso:

Località di partenza:

a) da Baita Lanzòla, in Val di Sella, m 1315
b) dalla località Prae in Val di Sella, m 700 ca.
La Val Sella è percorsa da una carrozzabile che si imbocca da Borgo Valsugana.

Quota di partenza

a) 1315 m
b) 700 m ca.

Dislivello

a) 735 m
b) 1350 m

Tempo di percorrenza

a) 3.30 h
b) 4.00 h

Difficoltà E/EE (Escursionistico/Escursionistico per Esperti) Sentiero segnalato. Traccia malagevole. Tratti esposti. Difficoltà di orientamento. Notevole impegno fisico.

Accesso

a) Dalla Baita Lanzòla, m 1315: si prende il sentiero n. 208 che passa per la Bocchetta Chémpel.
b) Dalla località Prae, in Val di Sella, m 700 ca.: percorso piuttosto lungo che presenta alcune difficoltà; si segue imboccando il segnavia n. 211 che sale le pendici di Cima Undici e la Val delle Trappole.

 

Traversate

Al Bivacco Tre Fontane, nell'alta Val Galmarara, 1873 m: con il sentiero n. 835 (1.30 ore; E).

Ascensioni

Cima Dodici, 2336 m: con il sentiero n. 211 si raggiunge la cima in (0.45 minuti; E)
Cima Undici, 2228 m: con il sentiero n. 206 in mezz'ora (E)
Monte Ortigara, 2105 m: seguendo dapprima il sentiero n. 206 a Cima Undici e, dal Passo della Caldiera, il segnavia n. 839, si raggiunge la vetta (ore 1.30; E).

 


 

Regolamento del bivacco esposto all'interno:

 

Caro Ospite,

benvenuto al bivacco BUSA DELLE DODESE “ROGER LENZI”. Questa struttura è di proprietà del Comune di Borgo Valsugana e viene gestita dal 2014 dalla Società degli Alpinisti di Borgo Valsugana.  Il bivacco è stato costruito nel 1976 dal Soccorso Alpino SAT di Borgo per l’esercizio dell’attività escursionistico-alpinistica, nonché per le necessità di soccorso. Lo stesso è aperto e incustodito e rimane a disposizione di tutti gli alpinisti unicamente per gli scopi a cui esso è stato destinato.

 Per un uso civile e responsabile del bivacco, nei confronti degli altri utilizzatori e di noi manutentori, nell’augurarti buon soggiorno, ti raccomandiamo di attenerti al seguente regolamento:

 

1.       Il locale deve essere usato con la massima cura, pulizia, ordine e rispetto. Particolare attenzione dovrà essere usata nell’accensione della stufa, dei mezzi di illuminazione e di fuochi esterni.

2.       Non fumare,  non accendere fiamme libere nel sopralzo destinato a dormitorio.

3.       Non far salire sulle cuccette cani, gatti o altri animali.

4.       Non sprecare, lordare l’acqua e manomettere l’impianto di raccolta.

5.       Portare a valle le immondizie prodotte, non lasciare alimenti deperibili.

6.       Prima di partire, riassettare i letti, pulire le stoviglie, scopare il pavimento, spegnere il fuoco, ripristinare la legna usata, chiudere bene porte e finestre, imposte comprese.

7.       Comunicare l’intenzione di pernottare alla SAT (tramite e-mail borgo@sat.tn.it), che vi informerà sulla disponibilità. Ciò non garantisce una prenotazione,  né costituisce diritto di esclusività.

8.       E’ consentita l’occupazione e l’uso del bivacco a passanti ed escursionisti occasionali per un periodo massimo di 24 ore e comunque per non più di un pernottamento. In caso di avversità meteorologiche o qualsiasi altra necessità è fatto comunque obbligo all’occupante di garantire in qualsiasi momento l’accesso e il libero utilizzo del bivacco ad altre persone.

9.       Nell’uso del bivacco hanno diritto di precedenza assoluta i volontari del Soccorso Alpino, gli agenti di polizia forestale e locale nell’esercizio delle proprie funzioni e la SAT di Borgo per le attività di manutenzione.

10.   Avvertire  la SAT  di eventuali danni o ammanchi.  www.satborgo.it


HOME SAT BORGO